Monday, April 10, 2006

UNA NOTA A MARGINE

Uno dei motivi per cui ho deciso di rendere pubblico il mio romanzo su questo blog era l'anatomia di Troy. Un personaggio morto ancora prima di nascere. Un uomo fastidioso. Un uomo che annega nella sua inconsistenza. Inutile anche dopo la sua stessa morte, assurdo nel tentativo di lasciare un testamento che è un foglio bianco. Troy, purtroppo, è ancora fra noi. E' sopravvissuto in quella massa informe di qualunquismo che ha portato la destra al risultato elettorale che vediamo. Parlo di destra in quanto la parola centro mi suggerisce una flebile idea di equilibrio che non riesco proprio a riconoscere. Questa sera avrei voluto dire basta. Avrei voluto addormentarmi senza il bisogno di sognare perchè il sogno era vero. Era la consapevolezza di vivere in un paese democratico e libero. Invece il domani - probabilmente - avrà l'indigesto sapore delle cose che non cambiano mai.
Buonanotte Italia. Perchè io, se ce la faccio, vado via.

0 Comments:

Post a Comment

Links to this post:

Create a Link

<< Home